DETRAZIONE FISCALE I costi della bonifica dall’amianto rientrano fra le spese che beneficiano delle agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie, le quali hanno ricompreso fra le detrazioni IRPEF per le ristrutturazioni edilizie anche la parte dei costi da sostenere per lo smaltimento delle LASTRE poste a copertura di tetti in amianto, o di strutture similari in amianto (CANNE FUMARIE - CASSONI ACQUA). Attualmente è possibile accedere alla detrazioni fiscali in misura del 50% sui costi complessivi della bonifica e della ristrutturazione edilizia (rimozione e smaltimento); la detrazione è ripartita in dieci rate annuali, la prima rata delle quali compresa nell'anno in cui è stato effettuato l'intervento. La detrazione fiscale del 50% è un aiuto fondamentale in tempi di crisi economica per chi decide di effettuare un risanamento delle proprie strutture domestiche eliminando l’amianto nel rispetto della normativa di legge. Inoltre, sugli interventi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, eseguiti su immobili residenziali (ad uso abitativo), viene concesso un regime agevolato che permette di ottenere l’iva ridotta al 10%. Requisiti per usufruire delle detrazioni fiscali: 1) Gli interventi devono essere effettuati da persone fisiche assoggettate ad IRPEF; 2) gli edifici devono essere accatastati come immobili di tipo residenziale; 3) L’Impresa affidataria dei lavori invierà una preventiva comunicazione, alla ASL di competenza; 4) Decorsi 30gg. dalla presentazione del “Piano di Lavoro”, potranno iniziare i lavori di bonifica amianto. E’ importante inoltre sapere che la detrazione fiscale al 50% comprende sia i costi sostenuti per lo smaltimento dell’ amianto, sia la fornitura e posa in opera di nuove strutture. RECUPERO CONTRIBUTO INAIL PARI AL 65% Il Contributo a fondo perduto, Viene concesso dall’INAIL alle Imprese che esercitano la propria attività, all’interno dei locali oggetto della rimozione delle coperture in eternit e ripristino delle nuove coperture, al fine di migliorare i livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro. L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 65%   delle   spese   ammissibili , fino ad un massimo di contributo erogabile di 130.000,00. A domanda accettata, l’Impresa può ottenere un acconto fino al 50% del contributo concesso dall’INAIL. La EDILAMBIENTE Srl, curerà la presentazione del progetto mediante la domanda on-line c/o lo sportello INAIL di competenza. Qualora le caratteristiche del progetto siano in linea con quelle richieste dal Bando, è possibile partecipare alla fase successiva di invio telematico della domanda. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di ricevimento.
50 50 50 50 Certificato N.IT12/0137 Certificato N.IT12/0137 OG1 III Classifica OG12 II Classifica
DETRAZIONE FISCALE I costi della bonifica dall’amianto rientrano fra le spese che beneficiano delle agevolazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie, le quali hanno ricompreso fra le detrazioni IRPEF per le ristrutturazioni edilizie anche la parte dei costi da sostenere per lo smaltimento delle LASTRE poste a copertura di tetti in amianto, o di strutture similari in amianto (CANNE FUMARIE - CASSONI ACQUA). Attualmente è possibile accedere alla detrazioni fiscali in misura del 50% sui costi complessivi della bonifica e della ristrutturazione edilizia (rimozione e smaltimento); la detrazione è ripartita in dieci rate annuali, la prima rata delle quali compresa nell'anno in cui è stato effettuato l'intervento. La detrazione fiscale del 50% è un aiuto fondamentale in tempi di crisi economica per chi decide di effettuare un risanamento delle proprie strutture domestiche eliminando l’amianto nel rispetto della normativa di legge. Inoltre, sugli interventi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, eseguiti su immobili residenziali (ad uso abitativo), viene concesso un regime agevolato che permette di ottenere l’iva ridotta al 10%. Requisiti per usufruire delle detrazioni fiscali: 1) Gli interventi devono essere effettuati da persone fisiche assoggettate ad IRPEF; 2) gli edifici devono essere accatastati come immobili di tipo residenziale; 3) L’Impresa affidataria dei lavori invierà una preventiva comunicazione, alla ASL di competenza; 4) Decorsi 30gg. dalla presentazione del “Piano di Lavoro”, potranno iniziare i lavori di bonifica amianto. E’ importante inoltre sapere che la detrazione fiscale al 50% comprende sia i costi sostenuti per lo smaltimento dell’ amianto, sia la fornitura e posa in opera di nuove strutture. RECUPERO CONTRIBUTO INAIL PARI AL 65% Il Contributo a fondo perduto, Viene concesso dall’INAIL alle Imprese che esercitano la propria attività, all’interno dei locali oggetto della rimozione delle coperture in eternit e ripristino delle nuove coperture, al fine di migliorare i livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro. L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 65%   delle   spese   ammissibili , fino ad un massimo di contributo erogabile di 130.000,00. A domanda accettata, l’Impresa può ottenere un acconto fino al 50% del contributo concesso dall’INAIL. La EDILAMBIENTE Srl, curerà la presentazione del progetto mediante la domanda on-line c/o lo sportello INAIL di competenza. Qualora le caratteristiche del progetto siano in linea con quelle richieste dal Bando, è possibile partecipare alla fase successiva di invio telematico della domanda. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di ricevimento.
50 50 50 50 Certificato N.IT12/0137 Certificato N.IT12/0137 OG1 III Classifica OG12 II Classifica
Partita IVA e Codice Fiscale: 10043341006 Numero REA: RM - 1206821 - Capitale Sociale: Euro 100.000,00 Privacy Policy Codice etico Rating di Legalità
EdilAmbiente s.r.l.
SteveR
EdilAmbiente s.r.l.
SteveR
EdilAmbiente s.r.l.
Partita IVA e Codice Fiscale: 10043341006 Numero REA: RM - 1206821 - Capitale Sociale: Euro 100.000,00 Privacy Policy Codice etico Rating di Legalità